Finanziamenti agevolati e relativo cofinanziamento a fondo perduto Simest per l’internazionalizzazione: al via le nuove domande dal 28 ottobre 2021

L’internazionalizzazione, soprattutto dopo l’avvento della pandemia, costituisce una scelta strategica delle imprese per lo sviluppo dimensionale e l’espansione all’estero.

Per agevolare questo processo sono state incrementate le risorse del Fondo di cui alla legge n. 394/1981, gestite da Simest (risorse provenienti dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza – PNRR), con l’obiettivo di favorire la transizione digitale e verde delle PMI italiane a vocazione internazionale.

Dalle ore 9.30 del 28 Ottobre 2021 è possibile presentare le nuove domande di finanziamento agevolato (con la possibilità di pre-caricare il modulo di domanda firmato digitalmente già dal 21 ottobre) ed entro le ore 18.00 del giorno 3 dicembre 2021, salva eventuale chiusura anticipata del Fondo 394 per esaurimento delle risorse.

L’agevolazione consiste in un finanziamento a tasso agevolato, attualmente dello 0,055%, ed è stata confermata la componente a fondo perduto, fino al 25% del finanziamento per le PMI del nord e del centro e fino al 40% per quelle del sud.

Ogni azienda potrà presentare una sola domanda di finanziamento sui seguenti tre strumenti:

  1. Transizione digitale e verde delle PMI con vocazione internazionale.

Beneficiari: PMI costituite in forma di società di capitali, con un fatturato export di almeno il 10% nell’ultimo anno o del 20% nell’ultimo biennio.

Le risorse ottenute dovranno essere destinate per una quota almeno pari al 50% a investimenti per la “transizione digitale” e per la restante quota a investimenti per la transizione verde, la crescita e l’internazionalizzazione.

Durata: 6 anni, con 2 di pre-ammortamento.

Importo massimo finanziabile: euro 300 mila che non può comunque superare il 25% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due bilanci approvati e depositati.

Scheda-Prodotto-Transizione.docx
Allegato-1-Strumenti.pdf

  1. Partecipazione delle PMI a fiere e mostre internazionali, anche in Italia, e missioni di sistema. Finanzia: la partecipazione di PMI a un singolo evento di carattere internazionale, anche virtuale, tra: fiera, mostra, missione imprenditoriale e missione di sistema, per promuovere l’attività d’impresa sui mercati esteri o in Italia. Almeno il 30% del finanziamento deve essere destinato a spese digitali connesse all’evento, a meno che l’evento stesso non sia a tema digital o verde.

Importo massimo finanziabile: pari a 150 mila euro e non può comunque superare il 15% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due bilanci approvati e depositati.

Durata: 4 anni, con 1 anno di pre-ammortamento.

Scheda-Prodotto-fiere.docx
Allegato-2-Fiere.pdf
Allegato-3-Fiere.Ecommerce.pdf

  1. Sviluppo del commercio elettronico delle PMI in Paesi esteri (E-commerce).

Beneficiari: PMI costituite in forma di società di capitali, per la creazione o il miglioramento di una piattaforma propria di e-commerce o l’accesso a una piattaforma di terzi (market place) per la commercializzazione di beni o servizi prodotti in Italia o con marchio italiano.

Importo finanziabile: da 10 mila euro fino a un massimo di 300 mila per una piattaforma propria e fino a un massimo di 200 mila per market place, senza comunque superare il 15% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due bilanci approvati e depositati.

Durata: 4 anni con 1 anno di pre-ammortamento.

Scheda-Prodotto-E-commerce.docx
Allegato-2-Ecommerce.pdf
Allegato-3-Fiere.Ecommerce.pdf

Per scoprire se e quanto il Tuo progetto di internazionalizzazione è finanziabile vai su:

https://exteroitalia.it/en/valutazione/

Per ulteriori informazioni:

Dott. Davide Tedeschi

cell. 393 994 28 27

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *